Foggia, primo test con sei reti. De Zerbi schiera il suo primo 4-3-3

giovedì 31 luglio 2014

Foggia, primo test con sei reti. De Zerbi schiera il suo primo 4-3-3 Entusiasmo tra i dirigenti e sui social network per l´arrivo di Maza.

Il Foggia ha inaugurato con una vittoria il programma delle amichevoli precampionato. Ieri, a San Giovanni in Fiore, i rossoneri hanno sconfitto una rappresentativa locale segnando tre reti per tempo: gol di Leonetti e doppietta di Cavallaro nei primi 45′, poi, a bersaglio Agnelli, il baby Bruno e Forte. Nella prima frazione, Brescia e De Zerbi hanno schierato, secondo il sistema di gioco 4-3-3, la formazione che al momento è ritenuta dai due tecnici la migliore possibile: Narciso in porta, Bencivenga terzino destro e Pinna sull´altra corsia, Loiacono e Gigliotti centrali, Quinto playmaker affiancato dalle mezze ali Agnelli e D´Allocco, Bollino ala destra, Leonetti punta centrale, Cavallaro attaccante esterno sinistra. Nella ripresa, spazio alle seconde linee.

Non ha preso parte al test l´esterno d´attacco Pugliese (in prova), per via di un affaticamento muscolare, mentre il baby Tarolli ha difeso i pali della rappresentativa di San Giovanni in Fiore, in cui in difesa ha giocato l´ex rossonero Aniello Parisi, classe ´73, 2 presenze in A con i satanelli nel ´95 e 36 in B tra il ´95 e il ´97. Intanto, ieri si sono aggregati ai rossoneri il centrocampista Agostinone, che ha raggiunto l´accordo per il rinnovo (la firma dovrebbe arrivare nei prossimi giorni), e il fantasista spagnolo Miguel Angel Sainz-Maza, che domani potrebbe sottoscrivere un contratto biennale.

Classe ´93, nato a Santona, centrocampista offensivo che può ricoprire i ruoli di trequartista e ala e agire, all´occorrenza, da “falso nove”, Maza è cresciuto nelle giovanili del Racing Santander per poi approdare alla cantera del Barcellona, diventare il numero dieci della formazione B blaugrana e allenarsi agli ordini di Guardiola, insieme a Puyol, Iniesta, Messi. Ambidestro e specialista dei calci di punizione, Maza nei primi mesi del 2013 ha militato nel Real Betis B e nella stagione scorsa nella Reggina, in B, senza incantare (10 presenze, nessun gol).

Il talento iberico non era tra gli obiettivi del d.s. Di Bari nè tra le richieste di Brescia e De Zerbi ma è stato fortemente voluto e inseguito da una parte della società e potrebbe essere inquadrato come ala sinistra alternativa a Cavallaro. Come sempre, sarà il campo a dare il responso che conta. Nel frattempo, però, l´arrivo dello spagnolo nel ritiro di San Giovanni in Fiore ha scatenato la fantasia di molti tifosi, che hanno condiviso sui social network e sui forum dei video con le immagini delle sue prodezze e ha generato grande entusiasmo anche tra alcuni dirigenti.

Su Facebook, il vicepresidente Lo Campo presenta Maza come il nuovo “Messi”, mentre l´avvocato Audiello, che collabora nel club rossonero col presidente Verile, lo accoglie così: “Gli altri prendono Coletti (il Matera), noi un top player a titolo definitivo. Si riaccende la luce allo Zaccheria”.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

FOGGIA CALCIO S.R.L.